Chiesa di San Moisè

Per quanto scrivono i cronisti, la chiesa di S. Moisè venne edificata nel 797 dalle famiglie Artigera e Scoparia, sotto il titolo di S. Vittore. Essendo però costruita di tavole, già nel 947 accennava di cadere, per cui fu rifabbricata a merito specialmente di Moisè Venier, che volle dedicarla al santo del suo nome. Altra rifabbrica ebbe dopo l’incendio del 1105, e l’ultima finalmente nel 1682 sul disegno di Alessandro Tremignon. La facciata, straricca di marmi, che costò 30 mila ducati alla patrizia famiglia Fini, mostra il decadimento dell’arte, e minacciando rovina, fu nel 1878 restaurata con la rimozione d’alcune statue. La chiesa di S. Moisè era parrocchiale, ma nel 1810 divenne sussidiaria di S. Marco.